Cambia il tempo ma noi no

Oggi per mio figlio sono 20 mesi, tondi tondi. Per un adulto sembrerebbe un numero del tutto insignificante e del resto se contassi i miei, i mesi sarebbero quasi 558 e 20 su 558 sono davvero un’inezia.  In effetti 20 mesi nella vita di un adulto sono spesso un periodo senza grossi cambiamenti e se ci sono non riguardano di norma il proprio aspetto o il proprio modo di essere ma piuttosto eventi esterni, più o meno belli. Di fatto, a parte qualche ruga in più o qualche voluto cambio di stile o bizzarra svolta esistenziale, non è che si modifichi granché. 20 mesi sono niente per noi grandi, ma rappresentano una rivoluzione e un’infinità di incredibili evoluzioni fisiche e identitarie nella vita di un bambino. Già, perché in 20 mesi mio figlio è diventato una persona.......

Annunci

E Natale sia

Al Natale manca poco e per chi lo ama questo è un periodo supercaldo, tra addobbi e decorazioni, regali da comprare, attività da organizzare, menù da definire e via andare. Ecco, se vi aspettate di leggere un articolo fighissimo su come abbellire la tavola per il pranzo di Natale, sulla top ten dei più originali regali da fare o sulle ultime tendenze in fatto di decori natalizi, lasciate stare, perché sono la persona sbagliata. Per me il Natale è solo una gran rottura di scatole e scusate l’eresia ma l’unico e banale motivo per cui l’ho da sempre apprezzato sono le vacanze che si porta dietro.....

Ma anche boh

C’era una volta che pensavo l’acetone fosse un solvente per togliere lo smalto, che “A RAM SAM SAM” fosse un piatto etnico, che “bocca mani piedi” fosse un gioco di società per adolescenti, che la candida fosse di fondo sola roba da donne, che l’aspiratore nasale fosse un accessorio della folletto, che tra il giorno e la notte ci fosse la sua bella differenza …. Insomma, chiudiamola qua, che poi tanto si è capito. Perché diciamolo, c’era una volta che di bambini non ne sapevo proprio una mazza.  E a dirla tutta prima che mio figlio nascesse, non mi sono mai preoccupata di conoscere manco l’ABC. Mea culpa, che dire, ma la vera verità questa è.  Poi succede che....

La fase cozza

Sarà che ultimamente non sta bene, sarà l’età, sarà che boh, fatto sta che alla fine anche mio figlio che mammone non è mai stato, si è fatto colpire da quella sindrome nota come mammite acuta (sapete che in francese mammite vuol dire mastite? Curioso no?).  E allora succede che quei brevissimi e preziosi spazi di autonomia e privacy che a fatica sono riuscita a ritagliarmi da quando è nato, sono evaporati come la fisiologica nell'aerosol. E quindi ciao a quella mezz'oretta sul divano la sera mentre si addormenta col padre, ciao a quei preziosi 10 minuti mattutini in bagno da sola, ciao a quei piccoli spazi di libertà in cui di tanto in tanto riuscivo a portare avanti un po’ di attività domestiche e non......

Bastasse un CTRL ALT CANC

Avete presente quella fantastica invenzione cui si ricorre quando il PC impazzisce e non si sa più da che parte prendere? Ecco, proprio quello, un bel riavvia e il problema è risolto (almeno quasi sempre!!). Sei un genitore in difficoltà? Tac, CTRL ALT CANC, riavvia e si torna nuovi come prima.  Già, magari... Da quando nostro figlio è nato, il nostro sistema operativo è andato spesso in tilt e con gli aggiornamenti arriviamo sempre troppo lunghi. Prima dormiva così e poi dorme colà, prima mangiava così e poi mangia colà, prima si comportava così e adesso si comporta colà e via andare. Ritmi, abitudini, interessi, comportamenti, capricci, modi di esprimersi, di giocare, richieste.  Si, lui cambia e va veloce, ma noi no, noi siamo lenti, lenti come il MS-DOS .....

Quando correre può avere un senso

Dopo quella del “sonno”, credo che la questione “tempo” sia al secondo posto o forse se la batte col sonno, nella classifica delle principali problematiche genitoriali. Già perché quando la famiglia si allarga, tutto quello che prima ti permettevi di fare “con calma” te lo scordi, così come finiscono nel cesso quei tempi dilatati e quelle ore buche in cui osavi dedicarti a te stesso con inqualificabili e vergognose abitudini. Ecco, da quando c’è Elia, a (quasi) tutto questo ho detto CIAONE perché .....

Mamme, il mondo è vario ed è bello così

Si il mondo è vario e quello delle mamme, per fortuna, non fa eccezione. Ciascuna di noi è unica, speciale, diversa. Ognuna di noi, e dico meno male, è mamma a modo suo e nessuno di questi, ad esclusione di particolari ed estremi casi sociali, è in assoluto quello giusto o quello sbagliato. Perché, se mamma e figlio stanno bene, allora va bene così. Non ci sono mamme più mamme di altre. Tutte lo sono, con le qualità e i limiti che contraddistinguono ciascuna di noi e che tutte noi inevitabilmente abbiamo. Quindi mamme, giacché non ci sono trofei all'orizzonte da conquistare, fate uno sforzo e non siate intransigenti o prevenute con le mamme che sono diverse da voi. Perché diverso non vuol dire peggiore. Vuol dire solo diverso, punto.

La fase colf

Se i vostri figli sembrano particolarmente interessati o anche un po’ ossessionati come il mio dai più svariati strumenti domestici prevalentemente dedicati alle pulizie della casa, come scope, scopette, aspirapolvere, lavatrice, lavastoviglie e via dicendo, non fatevi illusioni, è solo una fase. Quella fase che la pediatra di Elia chiama “FASE COLF” e che, a … Continua a leggere La fase colf

L’amore incondizionato? Ve lo spiego a modo mio

Quella tra genitori e figli è l’unica relazione in cui nessuno sceglie l’altro, ma è anche la relazione più potente che possa esistere. La vicenda, non si può negare, è ben strana. 
Figli e genitori non si scelgono a vicenda e questo è un fatto.
Puoi desiderare di avere un figlio ma non puoi decidere che figlio sarà. E del resto ad un figlio non è data l’opportunità di scegliersi i propri genitori, perché, che piacciano o no, quelli ha e quelli si deve tenere.
Ma allora, com'è che funziona?

Non dormire? Che tortura!

Nicole Bieske, portavoce di Amnesty International, ha dichiarato «Togliere il sonno a un essere vivente è crudele, inumano e degradante. Se usato per periodi prolungati di tempo è una tra le più spietate delle torture.». E in effetti è ampiamente documentato come la privazione di sonno o la veglia forzata sia una condizione che provoca conseguenze … Continua a leggere Non dormire? Che tortura!